+39 349 401 1473
info@salvagenteitalia.org

Una Mamma

Una Mamma

Non pensavo mai che ti avrei scritto quello che ti sto per scrivere ma ancora non riesco a rendermi conto e l’adrenalina post accaduto non è ancora scesa! Oggi pomeriggio io e mio figlio di 3 anni e mezzo stavamo rientrando verso le 18 e appena saliti in macchina mi ha chiesto un biscotto che aveva fame…(non per cercare di togliermi qualche responsabilità sull’accaduto) ma in genere non mangia mai in macchina mentre guido però sta sera non so come mai non aveva fatto merenda insomma alla fine gli ho dato un biscotto! Appena partiti al semaforo sulla superstrada sento che mentre da un altro morso al suo biscotto da anche un colpo di tosse e prima del secondo colpo di tosse prende aria dalla bocca…mi sn subito girata avevo pensato subito male e infatti ha cominciato subito ad ansimare! Ho cominciato a dirgli subito di tossire gli dicevo cerca di tossire e poi ero in corsia di sorpasso ho messo le 4 frecce e ho tagliato la strada non so nemmeno come e a quanti mi sn messa in corsia di emergenza che alla fine non è proprio una corsia di emergenza perché avevo ancora parte della macchina dentro la corsia mi sn girata ed era rosso in viso e si dimenava con le gambe…sono scesa senza nemmeno guardare le macchine che stavano arrivando e sn entrata dietro da lui l’ho slacciato e messo in piedi l’ho girato con le spalle verso di me è ho fatto la manovra…
Ora sinceramente non credo nemmeno di aver messo le mani sul punto giusto, l’ho preso e basta poi continuavo a dirgli di tossire lui si è portato la mano alla bocca e ha sputato il pezzetto di biscotto che ormai era quasi poltiglia…
Probabilmente l’ostruzione era parziale…probabilmente il biscotto dopo poco si è sciolto ed è uscito tossendo…probabilmente una gran mano da chi non lo so…probabilmente tantissime altre cose ma ancora non smetto di piangere e mi tremano ancora le mani! Io l’avevo visto che non respirava e mi sn sentita impotente. Scusami ma avevo bisogno di confrontarmi e ovviamente ringraziarvi perché ho saputo cosa fare in quel momento anche se magari la manovra non l’ho fatta bene e ho rischiato di farmi investire e di farci travolgere ma non sapevo come altro fare.
Solo che ora mi sn ritornate tutte le paranoie che avevo affrontato quando era più piccolo e se capita quando non è con me? Quando è all’asilo? So che non possiamo tenerli sotto una campana di vetro ma quando si dice ma magari vuoi che capiti proprio a me? È vero si dice…io ho toccato con mano che basta 1 secondo…non lo so non riesco nemmeno a finire una frase scusami. Ecco il riassunto è che mi sento impotente di fronte alla vita di mio figlio!
Scusami grazie ancora.